A scuola di carcere

Pubblichiamo il contributo di Alberto Capitta, autore sardo, la cui esperienza scolastica nel carcere di Nuoro (tutt’oggi un luogo detentivo difficile) è particolarmente significativa. Quello che ci interessa qui è il necessario ribaltamento di prospettiva dell’educatore di fronte ad alunni particolari. Un ribaltamento che, in maniere e contenuti differenti, dovrebbe affrontato anche in molte scuole.

Leggi l'articolo →